Avventure Grafiche…esistono ancora!

luglio 24, 2007 at 3:14 pm (Fun)

Oggi ho comprato Runaway 2…cofanetto con 2 dvd contenente anche il primo titolo della saga a 19,50€!

Come diceva Guybrush, “Ho imparato che una buona avventura grafica vale meno di 20 bucks!”

Runaway 2 è un’avventura completamente basata sull’interazione con oggetti e personaggi, sulla scia delle vecchie avventure classiche.

Ho letto che c’è pieno di riferimenti alle vecchie avventure della Lucas…

Non vedo l’ ora di giocarci…le avventure grafiche non sono ancora morte!

http://www.runaway-thegame.com/

“Adesso spegni il computer e vai a letto”

Permalink 1 commento

Senza vergogna

luglio 12, 2007 at 12:49 pm (Big Brother, Parla Mento)

Milano, 10 Luglio 2007

Emilio Fede mi ha querelato e la finanza ha cambiato le chiavi di accesso al mio blog, impedendomi di pubblicare nuovi articoli. Mi sento afono e non è piacevole per uno come me.
Il blog mi è stato chiuso su richiesta del pubblico ministero di Roma Giuseppe Saieva, con atto del gip Cecilia Demma. Il “sequestro preventivo” – così si chiama – mi è stato notificato alle 14,00 del 10 luglio da due agenti del “nucleo speciale contro le frodi telematiche” della guardia di finanza, venuti appositamente dalla capitale. Il sequestro proviene da una querela per diffamazione presentata da Emilio Fede nei miei confronti per la contestazione che gli rivolsi al circolo della stampa di Milano il 16 aprile 2007.
In esecuzione del medesimo provvedimento è stato cancellato dal blog un mio articolo relativo alla vicenda Fede e i commenti a margine dei lettori. Articolo e commenti peraltro rimasti nella memoria della rete.
Per motivi tecnici non è stato possibile, come pure era stato richiesto dall’autorità giudiziaria, togliere il video da youtube. Non si è arrivati all’oscuramento totale del blog, che pure era stato prospettato nel decreto di sequestro preventivo, solo perché gli agenti della finanza hanno adottato la soluzione di modificare la mia password di amministratore di www.pieroricca.org, previa missione mattutina a Sarzana (La Spezia), sede legale della società di gestione del blog.
Naturalmente farò immediata richiesta di dissequestro.
E mi riservo di querelare a mia volta il signor Fede. Ricordo infatti che la contestazione ebbe come antefatto una mia domanda (sul caso Europa 7 e le frequenze abusivamente occupate da Rete 4), alla quale il direttore del tg4 rispose dandomi dell’ “imbecille”. Per non parlare dello sputo che mi indirizzò nell’androne del circolo della stampa, come testimonia il video reperibile all’indirizzo
http://www.youtube.com/watch?v=5KbGNQwO7es

Qualche giorno dopo il buon Fede definì “mascalzoni” me e gli amici che insieme a me lo criticarono al circolo della stampa. Che dite, chiediamo il sequestro preventivo del tg4?
Con il querelante ci confronteremo in tribunale, magari davanti a qualcuno dei magistrati diffamati e spiati negli anni del governo su misura.
Sarò lieto di farmi processare un’altra volta per aver espresso opinioni condivise dalle persone che stimo. Com’è mia abitudine rispetterò le procedure e mi assumerò le mie responsabilità, difendendomi nel processo e non dal processo.
Nel frattempo non smetterò di interpellare e criticare i personaggi pubblici che non stimo, esercitando il mio diritto-dovere di dissenso.
Nessuno riuscirà a sequestrare la libertà di espressione, mia e degli amici del gruppo Qui Milano Libera e del blog: questo è certo.
Ma quanto accaduto non è un problema solo mio: è un atto ingiusto che minaccia la libertà di espressione su internet di ciascuno di noi.
Per questo mi appello ai blogger e al popolo della rete: fate circolare questa notizia, rendete pubblico il vostro dissenso! Difendiamo insieme la nostra libertà di parola. Grazie fin d’ora!

Piero

Solidarietà a Piero da parte mia.

Siamo in una democrazia più demo che crazia…gli

informatici apprezzeranno…

Permalink 5 commenti

Diventare ricchi

luglio 6, 2007 at 10:35 am (Fun)

Svoltare economicamente, fare il grano è un obiettivo che hanno in tanti: chi non vorrebbe vincere il superenalotto quando il montepremi è bello ciccione? Chi non vorrebbe trovare l’idea semplice che garantisca una vecchiaia serena (nostra, dei figli, dei nipoti e dei pro-nipoti) e lo stile di vita che ci meritiamo (e cioé non fare un cazzo vivendo tra feste in Costa Azzurra e i Caraibi e frequentando Paris H.).

Siccome è un’aspirazione condivisa ci provano in tanti ogni giorno a diventare ricchi con i metodi più svariati: rapinando furgoni, truffando poveracci, lavorando duro, risparmiando per poter comprare un locale, sposando qualche rampollo di buona famiglia, vendendo le stock option di Google oppure ideando meccanismi di marketing cretini e senza speranza. Peccato che queste idee spesso (più di quanto vorremmo) diventino una realtà e portino a chi le ha ideate un bel po’ di fama e soldi.

Ci ricordiamo ancora con fastidio MillionDollarhomepage, un’idea deficiente che ha portato nelle tasche di quel ragazzino un bel po’ di soldi e di notorietà. Oltre a essere quello che era ha anche avvicinato a Internet tutti coloro che vorrebbero svoltare ma senza impegnarsi o sbattersi più di tanto. Questa ideuzza era il classico esempio che chi voleva fare “qualcosa” online (quindi senza saperne un cazzo) portava per sottolineare che il lavoro o l’impegno non servono più di tanto, quello che importa è “l’idea”.

Un blog ha fatto la lista di 5 idee di marketing che hanno funzionato nonostante fossero delle cose che a prima vita non sembravano così interessanti (per non dire di peggio). Oltre al fenomeno della carità online (i soldi il tipo li ha fatti perché ha mosso la compassione della gente, mica perché qualcuno voleva assicurarsi un pixel di quella pagina) ci sono mirabili esempi di gente sfacciata e senza vergogna che ha trovato il momento giusto (al posto giusto: Internet) come “Salva il Coniglietto” – una specie di riscatto, se versate del grano fino ad arrivare a 50.000$ non ammazzo il coniglio che ho appena comprato, o come “Dai il tuo nome a una stella” – dove nessuna organizzazione mondiale ha titolo per assegnare nomi a stelle a parte l’Associazione Astronomica Internazionale (o qualcosa del genere).

L’articolo che riporta la lista parla di queste (e altre come santamail.org dove puoi scrivere a Babbo e sperare che non si dimentichi di te come tutti gli anni a patto di pagare) come idee semplici e ingegnose che possono essere da esempio per altri che vogliono diventare ricchi/famosi senza lavorare troppo (nella lista è stranamente incluso un software per Facebook che è in realtà un’idea ben più articolata delle altre). Visto che siamo in Italia abbiamo qualche compatriota che ha affinato queste tecniche e visto che non c’è spargimento di sangue ci possono sembrare sensate o lecite (o addirittura da preferire alla rapina o al ricatto).

Non voglio fare il moralista ma Internet è un’opportunità enorme per tutti in tutte le parti del mondo, se uno ha abbastanza fantasia per inventarsi una cosa del genere può anche avere altre idee magari meno cretine e che richiedono più applicazione e lavoro ma almeno sono cose di cui andare fiero (o non vergognarsene).

Tratto da tecnoduo.com

Maledizione quella del coniglio me l’ hanno già soffiata!!!

Permalink 2 commenti